Mancano 1000 bagnini di salvataggio

Mancano 1000 bagnini di salvataggio

Mancano 1000 bagnini di salvataggio? Forse anche molti di più – Ricordiamo alla società civile quando i datori (cooperative) pagavano in voucher ed una piccola parte a nero, il tutto non in un posto qualsiasi ma dentro gli uffici della ************* che intrallazzava con la cooperativa di turno. Qualcuno che gestiva il malloppo ha fatto anche carriera politica ricoprendo importanti incarichi nelle amministrazioni locali (stanno ancora lì). Potremmo fare nomi, cognomi, indirizzi ma esula lo scopo di questo articolo.

La gestione dei bagnini di salvataggio era spesso affidata a cooperative che venivano pagate dagli chalet. Gli attori in gioco erano quindi le cooperative, la *************, gli chalet, i bagnini. Quando però ci sono tanti galli a cantare non si fa mai giorno, dice un detto.

I bagnini chiedevano lavoro e diritti, gli chalet volevano pagare poco i bagnini e chiedevano di marginare, le cooperative e la ************* volevano remunerare sulle spalle di tutti. Il risultato? Quello che vediamo oggi.

Mancano 1000 bagnini di salvataggio: perché non si trovano?

Ma quelli che hanno pagato più di tutti sono stati i bagnini di salvataggio trattati come pezzenti su cui scaricare le frustrazioni, spesso completamente senza torrette legali. Un Far West che solo chi c’era dentro vedeva e guai se parlavi.
Vi era una torretta fatta con l’impalcatura da cantiere tutta arrugginita ed aperta dove prendevi tutta l’aria del mondo per 8/9 ore, un’altra era solo una sedia di ferro su una scala che con un fulmine ti avrebbe fatto secco. La Capitaneria perché chiudeva gli occhi? Perché la ************* era politica e tra poteri dominanti non ci si pista i piedi a vicenda.

Bagnini costretti a rimanere in spiaggia anche quando pioveva senza coperture strutturali adatte. Per non parlare delle multe della Capitaneria di Porto che potevano dilapidare un intero mese di lavoro se per sbaglio passavano mentre eri andato in bagno. E le responsabilità?

Mancano i bagnini di salvataggio
Mancano i bagnini di salvataggio?

Se qualcuno ci rimaneva secco il responsabile era il bagnino di salvataggio pagato in voucher ed a nero mentre gli amministratori della ************* che pagavano erano al fresco dell’aria condizionata in ufficio a contare i soldi. Ora vi domandate ancora perché non si trovano più i bagnini? Serviva un’associazione di categoria che però non è mai arrivata.
PS: come se non bastasse dai soldi guadagnati durante la stagione andava anche decurtato il costo del brevetto di assistente bagnanti di 400€ e dei successivi rinnovi al costo di 50€.

Le gestioni errate hanno distrutto un mestiere

Questa è la verità che molti “individui” non hanno la competenza o le palle di scrivere perché si rovinerebbero la carriera. A certa stampa mainstream interessa solamente un articolo clickbait privo di informazione che venda più pubblicità possibile.

Ora sapete perché mancano i bagnini di salvataggio per la stagione estiva, per colpa delle serpi adulatori di danaro e sfruttatori senza remore. Hanno mangiato finché c’era da mangiare sulle spalle di giovani braccia cariche di responsabilità senza il giusto compenso meritocratico. Non c’è molta differenza con i migranti schiavizzati nella raccolta dei campi, il sistema è molto simile.

Il clickbait sugli articoli

Ora fioccano i titoli clickbait su stipendi da 1800€ per i bagnini di salvataggio che non si trovano, cosa assolutamente non veritiera. Non fatevi ingannare dal giornalismo. La storiella che i giovani non hanno voglia di lavorare è falsa e denigratoria. La questione è strutturale, sociale e temporale. Il potere dominante ha sfruttato per anni ed anni i ragazzi ed ora nessuno vuole cedere più il culo.

Calando la domanda l’offerta economica (lo stipendio) tende a salire per ristabilire l’equilibrio del mercato. Ma 1800€ sono irreali, fuori mercato per lo meno non di certo qui. Magari sperano anche che con tali articoli si crei un eccesso di domanda tale da abbassare gli stipendi dell’offerta.
Ora cari ragazzi e ragazze sapete la verità che vi aspetta se scegliete di esercitare con responsabilità questa professione per una o più stagioni. Buon lavoro e buona fortuna!

  • Sardegna = 1.897 Km
  • Sicilia = 1.652 Km
  • Puglia = 870 Km
  • Calabria = 780 Km
  • Toscana = 633 Km
  • Campania = 500 Km
  • Lazio = 361 Km
  • Liguria = 350 Km
  • Marche = 185 Km
  • Abruzzo = 170 Km
  • Veneto = 158 Km
  • Emilia Romagna = 141 Km
  • Friuli Venezia Giulia = 111 Km
  • Basilicata = 70 Km
  • Molise = 36 Km

PS: se sei un bagnino ed hai vissuto tutto questo lascia una tua opinione e condividi l’articolo.

About The Author