Centrale di biometano a San Marco alle Paludi (Fermo)

Centrale di biometano a San Marco alle Paludi (Fermo)
  • distanza minima reciproca rispetto alle residenze civili sparse
  • distanza minima reciproca rispetto alle residenze civili concentrate (centri abitati)
biometano san marco fermo progetto
Localizzazione esatta impianto biometano San Marco alle Paludi su una proprietà privata di 2 ettari (20.000 metri quadri)

>>> CONTINUA QUI <<<


  • biodigestori: sistemi ermetici (ad esempio serbatoi) in cui il materiale organico, diluito in acqua, viene scomposto da microrganismi naturali. I contaminanti e l’umidità vengono solitamente rimossi prima dell’uso del biogas;
  • sistemi di recupero dei gas di discarica: la decomposizione dei rifiuti solidi urbani (RSU) in condizioni anaerobiche nelle discariche produce biogas. Questo può essere catturato utilizzando tubi e pozzi di estrazione insieme a compressori per indurre il flusso a un punto di raccolta centrale;
  • impianti di trattamento delle acque reflue: questi impianti possono essere attrezzati per recuperare materia organica, solidi e nutrienti come azoto e fosforo dai fanghi di depurazione. Con un ulteriore trattamento, i fanghi di depurazione possono essere utilizzati come input per produrre biogas all’interno dei digestori anaerobici.
  • separazione a membrana;
  • lavaggio con acqua;
  • assorbimento con sostanze chimiche;
  • adsorbimento a variazione di pressione;
Centrale biomasse Fermo
Centrale biomasse a Fermo – Cosa sarebbe successo se fosse stata realizzata

ACCEDI PER CONTINUARE A LEGGERE

Aggiungi Seremailragno.com al tuo feed di Google News
per poter restare sempre aggiornato sulle ultime notizie.
Per contatti e/o segnalazioni redazione@seremailragno.com.
Copyright © 2014-2024. All rights reserved.
Creative Commons – CC BY-NC-ND 4.0

About The Author