INP: Interaction to Next Paint

INP: Interaction to Next Paint

Se vuoi essere primo devi essere veloce

Google sta effettuando la transizione a una nuova metrica per misurare l’adattabilità dei siti, nota come Interaction to Next Paint (INP), che sostituirà FID (First Input Delay) come Core Web Vital a marzo 2024.

Cosa valuta l’INP? 

INP è una metrica che valuta la reattività complessiva di una pagina alle interazioni dell’utente osservando la latenza di tutti i clic, i tocchi e le interazioni da tastiera che si verificano per tutta la durata della visita di un utente a una pagina. Il valore INP finale è l’interazione più lunga osservata, ignorando i valori anomali.

Un’interazione è un gruppo di gestori di eventi che si attivano durante lo stesso gesto logico dell’utente. Ad esempio, le interazioni “tocco” su un dispositivo touchscreen includono più eventi, come pointeruppointerdownclick. Un’interazione può essere guidata da JavaScript, CSS, controlli del browser integrati (come gli elementi del modulo) o una loro combinazione.

La latenza di un’interazione consiste nella singola durata più lunga di un gruppo di gestori di eventi che guida l’interazione, dal momento in cui l’utente inizia l’interazione al momento in cui viene presentato il frame successivo con feedback visivo.

Quant’è un buon punteggio INP?

Fissare etichette come “buono” o “scadente” su una metrica di reattività è difficile. Da un lato, vuoi incoraggiare pratiche di sviluppo che diano la priorità a una buona reattività. D’altra parte, è necessario tenere conto del fatto che esiste una notevole variabilità nelle capacità dei dispositivi utilizzati dalle persone per stabilire aspettative di sviluppo realizzabili.

Per assicurarti di offrire esperienze utente con una buona reattività, una buona soglia da misurare è il 75° percentile dei caricamenti di pagina registrati sul campo, segmentato tra dispositivi mobili e desktop:

  • Un INP inferiore a 200 millisecondi significa che la pagina ha una buona reattività.
  • Un INP superiore a 200 millisecondi e inferiore a 500 millisecondi significa che la reattività della pagina deve essere migliorata.
  • Un INP superiore a 500 millisecondi significa che la pagina ha una scarsa reattività.

Dobbiamo essere più veloci

Il nostro sito presenta il seguente problema INP solo per alcune pagine:

  • Problema INP: tempo superiore a 200 ms (dispositivi mobili)

Google consiglia vivamente ai proprietari di siti di ottenere buone metriche di Core Web Vitals per avere ottimi risultati con la Ricerca e garantire un’esperienza utente ottimale in generale. Questo, insieme ad altri aspetti relativi all’esperienza sulle pagine, è in linea con ciò che i loro sistemi di ranking principali cercano di premiare.

FONTE DI APPROFONDIMENTO

Rimani aggiornato seguendoci su Google News!
Per contatti e/o segnalazioni redazione@seremailragno.com
Copyright © 2014-2024. All rights reserved.
Creative Commons – CC BY-NC-ND 4.0

About The Author