All’asta le proprietà immobiliari della Steat

Il giorno 21 aprile 2023 a partire dalle ore 10:30, presso gli uffici della Steat S.p.A. in Via Giovanni da Palestrina n. 63 avrà luogo un’asta pubblica, con il sistema di pubblico incanto, ai sensi dell’art. 73, lettera c), del Regio Decreto 23 maggio 1924 n. 827 per la vendita di beni di proprietà della società Steat S.p.A. posti nel comune di Fermo, zona est, al confine con il comune di Porto San Giorgio.
L’area è situata nel comune di Fermo, zona est, ai confini con il Comune di Porto San Giorgio, ed è compresa nella fascia di terra situata fra la strada provinciale Castiglionese e la strada provinciale Fermana oltre il fosso Santa Petronilla.
L’importo a base di gara è 508.725,00€.
È questo quanto riportato in modo ufficiale dall’azienda. Un fulmine al ciel sereno per i fermani.

Modalità di aggiudicazione

L’aggiudicazione del lotto avverrà alla migliore offerta presentata purché il prezzo sia migliore, o almeno pari, rispetto a quello a base d’asta. All’aggiudicazione si potrà addivenire anche nel caso di presentazione di una sola offerta valida, purché il prezzo offerto sia superiore, o almeno pari, rispetto alla base d’asta. Nel caso due o più concorrenti abbiano fatto la stessa offerta ed esse siano accettabili, nella stessa seduta, tra i medesimi concorrenti che hanno presentato le offerte uguali, si procederà alla gara sulla base dell’offerta più alta, con offerte minime in aumento di €. 1.000,00, ad intervalli massimi di 2 minuti. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. Non verranno prese in considerazione offerte pervenute dopo la conclusione della gara. Ai concorrenti non aggiudicatari o non ammessi alla gara verrà restituito il deposito cauzionale.

Perché vendere i beni immobili?

Per sanare la situazione debitoria dovuta ai costi dei mutui a tasso variabile. Queste sembrano essere le motivazioni. Un grande colpo alla società è stato inferto con l’acquisto dell’area Ex Santa Lucia dove Mauro Cardinali fece la giocata al rialzo.

Monte Cacciù

About The Author