Monte Urano: 29° Castagnata e 10° Sagra de lu pulentò ndegghiatu

Monte Urano: 29° Castagnata e 10° Sagra de lu pulentò ndegghiatu

Come vuole la tradizione ogni anno da 29 anni si entra in azione per festeggiare l’autunno inoltrato a colpi di caldarrostevinopizzette frittesalsicce e pulentò! Un evento migliorato di anno in anno per soddisfare tutti i palati anche i più esigenti, aggiungendo al menù i vecchi pasti abbandonati della tradizione fermana-marchigiana. Tutto questo a Monte Uranoquartiere S. Pietro a pochi metri dalla Chiesa di S. Giovanni Battista. Vi aspettiamo, non mancate!

Cos’è “lu pulentò ndegghiatu”?

Il pulentone (in gergo dialettale pulentò), una volta impastato viene steso, tagliato fino fino a fette con il filo, come vuole la tradizione locale, e poi messo dentro una teglia (da qui il nome “ndegghiatu” ad indicare l’operazione di “indegghiamento”), viene adagiato il sugo strato dopo strato e cotto rigorosamente nel forno a legna. Una volta uscito sembra una pietanza dal sapore molto vicino ai vincisgrassi.

La polenta oggigiorno è una portata ricercata e molto amata; un tempo rappresentava il cibo dei poveri e dei tempi di carestia. Forse proprio per questo è tornata in auge nelle sagre e feste popolari come se si volesse tenere memoria dei sudori, dei sacrifici e della povertà, simboli umili del nostro passato. Il progresso ha fatto perdere alla società molti valori che con queste sagre di paese possiamo di nuovo riassaporare sotto ogni punto di vista: culinario, artistico, musicale ovvero culturale.

About The Author