Emanuela Reviezzo – Grido

Emanuela Reviezzo – Grido

In attesa del nuovo singolo Atlantide vi proponiamo Grido della cantante Emanuela Reviezzo di Altidona.

GRIDO [Testo]

Anche se grido

Il mondo non mi sente

E non vede che resto inerme

Mentre la sorte gioca a carte

Anche se grido

Il mondo non mi sente

E non vede che resto inerme

Mentre la sorte gioca a carte

Polvere da sparo

Cade dai miei occhi

È da un po’ che tocco il fondo

Prendo fiato a tratti

Ci siamo amati fino a bombardarci

Ho appeso i nostri sogni

Come degli stracci

In questa guerra ho perso il cuore

Non so cos’è l’amore

Parlo sola col dolore

Colmo il vuoto col rumore

Mi accartoccio dentro un letto

Invece di dormire

E ora che posso fare

Per trovare pace

Sono a qui a pregare

Per lasciarti andare

Devo perdonare

Anche se grido

Il mondo non mi sente

E non vede che resto inerme

Mentre la sorte gioca a carte

Anche se grido

E ho le ossa rotte

Tu non mi guardi neanche

Non mi guardi neanche più

Neanche più

Neanche più

Neanche più

In questa guerra ho perso il cuore

Ballo sola col dolore

Prendo a calci il mio rancore

Mi accartoccio in una traccia

Invece di dormire

L’insonnia è la memoria

Di un amore che ho sepolto tra le spine

Il tuo ricordo è come amianto nelle vene

Teniamoci per mano sotto le rovine

Siamo morti insieme

Anche se grido

Il mondo non mi sente

E non vede che resto inerme

Mentre la sorte gioca a carte

Anche se grido

E ho le ossa rotte

Tu non mi guardi neanche

Non mi guardi neanche più

Neanche più

Neanche più

Neanche più

About The Author